It feels good to be ME / E’ bello essere ME

Posted by

One of the reasons I chose to write the post on Tuesday (Chronic Fatigue in long term health conditions) was because I knew that I had been overdoing it!

Yes, even if I consider myself a “pro” regarding my health, I have blips too!

More so when I am enjoying what I am doing!! I am sure you have all been there! 😊

The important thing is… that I was able to catch myself in time before the fatigue robbed me of a day or two.

Instead of fighting it, I leant into it and implemented what I call my recovery plan. I was kind to myself.

I was able to do this, because I have learnt about the importance of slowing down, being present in the moment and listening and leaning into the discomfort.

This morning, as I was reflecting on how far I have come in my journey, I felt a real sense of gratefulness to my health challenges.

I caught myself smiling as I was sipping my first cup of coffee. It feels good “TO BE ME” – I heard myself say!

So, if you are feeling out of sorts today ask yourself these simple questions:

1. What has gone well for me today/this week/month/year?
2. What am I am grateful for?
3. What can I do more of, to be the person I really want to be?

Remember… every little step in your journey makes a big difference! 😊

Uno dei motivi per cui ho scelto di scrivere il post martedì (Stanchezza cronica in malattie a lungo termine) è stato perché sapevo di aver esagerato!

Sì, anche se mi considero una “pro” per quanto riguarda la mia salute, anche io ho dei blip!

Ancora di più quando mi piace quello che sto facendo !! Sono sicura che ci siete stati tutti! 😊

L’importante è … che sono stata in grado di fermarmi in tempo, prima che la fatica mi derubasse di un giorno o due.

Invece di combatterla, mi sono avvicinata alla stanchezza (dolore) e ho implementato quello che chiamo il mio piano di risanamento. Sono stata gentile con me stessa.

Sono stata in grado di farlo, perché ho imparato l’importanza di rallentare/andare piu piano del solito, essere presente nel momento e ascoltare e appoggiarmi al disagio che provo.

Questa mattina, mentre riflettevo, ho sentito un vero senso di gratitudine per le mie sfide di salute.

Mi sono sorpresa a sorridere mentre stavo sorseggiando la mia prima tazza di caffè. È bello “ESSERE ME” – Mi sono sentita dire!

Quindi, se oggi ti senti fuori posto, poniti queste semplici domande:

1. Cosa è andato bene per me oggi / questa settimana / mese / anno?
2. Di cosa sono grato?
3. Cosa posso fare di più per essere la persona che voglio davvero essere?

Ricorda … ogni piccolo passo nel tuo viaggio fa la differenza! 😊