Reflections / Riflessioni

Posted by

This morning, I connected to a person who said:

“I am a very positive person”.

They were very giggly and smiling – their demeanour was positive – but at the same time there was something behind that smile that wasn’t quite right (to me).

I was curious and asked some questions, this allowed them to open-up a little. After a while, they said:

“When I get home, I feel lonely and purposely isolate myself as I get anxious. I rarely go out….”.

We spoke at length. It transpired that behind this anxiety was the fear for their health.

We explored this more. As we were doing this, they said:

“…I have just realised that, although I tell myself and others, that I have accepted my health condition, deep down I haven’t. This is holding me back!”

At the end of our short conversation, they said “I would really like to be like you, you are happy inside…”

I am sharing this snippet, because it made me reflect on how far I have come in my own journey as well as reminded myself, WHY I do what I do! 😊

Remember… when you are connecting with others:

– Listen to what is being said and what isn’t – we all want to be heard!

– Respect who you are connecting with and

– Be kind – you don’t know what the other person is going through.

If what this person said resonates with you and you would like to know more on how you can achieve a more connected you – connect and let’s talk! 😊 (vanessa@vanessavajana.com)

Questa mattina ho incontrato una persona che mi ha detto:

“Sono una persona molto positiva”.

Era molto allegra e sorridente – il suo comportamento era positivo – ma allo stesso tempo c’era qualcosa dietro quel sorriso che non era del tutto giusto (per me).

Ero curiosa e ho fatto alcune domande, questo ha permesso loro di aprirsi un pò. Dopo un pò mi ha detto:

“Quando torno a casa, mi sento solo e intenzionalmente mi isolo perché divento ansioso. Esco raramente…. ”.

Abbiamo parlato a lungo. È emerso che dietro questa ansia c’era la paura della sua malattia.

Abbiamo esplorato di più. Mentre lo facevamo, mi ha detto:

“… Mi sono appena reso conto che, sebbene dico a me stesso e agli altri, che ho accettato le mie condizioni di salute, nel profondo non l’ho fatto. Questo mi blocca! ”

Alla fine della nostra breve conversazione, ha detto “Mi piacerebbe davvero essere come te, perché sei felice dentro…”

Condivido questo frammento, perché mi ha fatto riflettere su dove sono arrivata con me stessa (le lezioni che ho imparato) e mi sono ricordata, il PERCHÉ faccio quello che faccio! 😊

Ricorda… quando ti connetti con gli altri di:

– Ascoltare ciò che viene detto e ciò che non è detto – tutti vogliamo essere ascoltati!

– Rispettare con chi ti stai connettendo e

– Sii gentile – non sai cosa sta passando l’altra persona.

Se tutto questo risuona con te e vorresti sapere di più su come ottenere quel senso di connessione con te stesso, connettiti e parliamo! 😊 (vanessa@vanessavajana.com)

One comment

Comments are closed.